Portale Nordest
 mobile

Comune di Castelguglielmo

Castelguglielmo

Piazza V. Veneto, 19 - 45020 - Castelguglielmo (RO)
Veneto

tel: 0425 707075 fax: 0425 7071117

e-mail: info@comune.castelguglielmo.ro.it
pec: protocollo.comune.castelguglielmo.ro@pecveneto.it
web: www.comune.castelguglielmo.ro.it

Storia

Le prime vere notizie su Castelguglielmo risalgono al X secolo e sono riferite ad una località, denominata Villa Manegii, che probabilmente comprendeva anche la limitrofa San Bellino, caratterizzata da un castello e da una chiesa dedicata a San Nicolò. L’area è stata per secoli territorio di confine e quindi la presenza di castelli assumeva un’importanza strategica: Guglielmo III degli Adelardi Marcheselli (governatore di Ferrara) decise di riedificare nel 1146 la precedente costruzione, probabilmente caduta in rovina, e di rinominarla Castel Guglielmo in suo onore. Nel 1174 Torello Salinguerra, capo dei Ghibellini di Ferrara conquistò la fortezza, poi espugnata da Obizzo V Marcheselli e successivamente riconquistata dallo stesso Salinguerra. Il castello, probabilmente danneggiato, fu nuovamente ricostruito e rimase nelle mani degli Estensi fino al 1395, quando fu ceduto a Venezia insieme a gran parte del Polesine. Nel 1405 passò nelle mani del Carrarese Francesco Novello di Padova, poi ancora agli Estensi e, nel 1483, nuovamente sotto il dominio veneziano.
Nel corso della guerra di Cambrai il castello passò nelle mani di francesi e spagnoli, per ritornare, nel 1515, ai veneziani che ne conservarono il dominio fino al 1797. I territori passarono successivamente ai francesi e poi agli austriaci dopo la Restaurazione, per diventare parte del Regno d’Italia a partire dal 1866. Nel 1945, durante un rastrellamento operato dai nazisti in seguito all’uccisione di due soldati, furono fucilate 43 persone a Villamarzana, provenienti per lo più da Castelguglielmo e territori limitrofi.