Portale Nordest
 mobile

Comune di Flaibano

Flaibano

Piazza Monumento 39 - 33030 - Flaibano (UD)
Friuli Venezia Giulia

tel: 0432 869021 fax: 0432 869331

e-mail: segreteria@com-flaibano.regione.fvg.it
pec: comune.flaibano@certgov.fvg.it
web: www.comune.flaibano.ud.it

Storia

Il nome deriva dal toponimo prediale in -anu da Flavius. Il centro più importante, sia in epoca romana che nel Medioe-vo, era S. Odorico in cui si identifica la storia del comune. Si ha notizia di una chiesa fondata probabilmente al tempo dei patriarchi tedeschi nei sec. XI-XII.

La famiglia degli Eppenstein era molto devota a questo Santo, Vescovo di Augusburg morto nel 973 e canonizzato nel 993. Attorno alla chiesa si formò un villaggio. In un documento del 23 febbraio 1085 compare per la prima volta il no-me di S. Odorico assieme a quello di Flaibano come donazione alla chiesa di Salisburgo.

Il 20 ottobre 1154 la chiesa appare come Monastero o canonica regolare sotto la regola di S. Agostino, retta da un Aba-te. Per desiderio del Preposito del capitolo di S. Odorico, il Patriarca Bertoldo chiese a papa Innocenzo V che detto ca-pitolo fosse trasferito entro la città di Udine, perché luogo più sicuro rispetto alle lontane rive del Tagliamento. Il 21 lu-glio 1245, il papa concesse il trasferimento e l’unione di detto capitolo alla pieve di S. Maria di Udine.

Il trasferimento pero avvenne solo nel 1334, quando il Patriarca Bertrando fuse la prepositura di S. Odorico col Capitolo di Udine. S. Odorico al Tagliamento, dopo il trasferimento della prepositura non divenne mai pieve e neppure filiale di Turrida, ma giuridicamente fu legato al Capitolo di Udine. Di conseguenza Flaibano e gli altri centri del comune segui-rono le medesime vicende.

Col passare del tempo l’importanza di S. Odorico diminuì, mentre crebbe quella di Flaibano che divenne capoluogo del comune. Nel 1917 la maggior parte della popolazione seguì le truppe italiane in ritirata. Coloro che rimasero dovettero sfollare da S. Odorico al Tagliamento e rifugiarsi per alcuni giorni nella campagna poiché l’artiglieria italiana attestata sulla sponda le Tagliamento bombardò pesantemente la frazione.

Quando nel novembre 1918 giunsero le truppe italiane molti abitanti erano contagiati dall’epidemia di febbre spagnola che fece parecchie vittime. Benché la sede comunale fosse a Flaibano, sino al 1928 il comune si chiamò S. Odorico al Tagliamento.

L’economia comunale è prevalentemente agricola con un attivo artigianato nella lavorazione del legno e nella carpente-ria metallica.