Portale Nordest
 mobile

Comune di Mereto di Tomba

Mereto di Tomba

Via Divisione Julia 8 - 33036 - Mereto di Tomba (UD)
Friuli Venezia Giulia

tel: 0432 865148 fax: 0432 865907

e-mail: segreteria@com-mereto-di-tomba.regione.fvg.it
pec: comune.meretoditomba@certgov.fvg.it
web: www.comune.mereto-di-tomba.ud.it

Storia

Il nome deriva dal latino malum – melum: “mela”, quindi meleto, luogo ove si coltivano le mele. Per la seconda parte da tumullum che in friulano si dice tombe indicando una vicina tomba preistorica che probabilmente risaliva al tempo dei castellieri.

Ed è proprio ad uno di questi castellieri che sorsero nel 1000 a.C. in Friuli che si fa risalire il primo nucleo dell’odierna Mereto. Al periodo della colonizzazione romana nello stesso castelliere presero stanza i legionari e i coloni latini. Anche questo nucleo abitato e fortificato come tutti i paesi friulani conobbe le tremende invasioni dei barbariche si prolungarono fin verso il 1000 d.C.

Solo col formarsi del Patriarcato di Aquileia un po’ di pace ritornò in queste terre. Durante questo periodo molti paesi fra cui Mereto si fortificò con delle cortine, cioè dei fortilizi che difendevano la chiesa e gli altri fabbricati dove le popolazioni si rifugiavano in caso di pericolo.

Per tutta la durata del Patriarcato Mereto fu quasi sempre feudo dei Valvasone. Venne poi il governo veneziano, al quale nel 1797 subentrò, con le guerre napoleoniche, quello austriaco.

Venne unito all’Italia nel 1866.