Portale Nordest
 mobile

Chiese, Abbazie, Santuari e Parrocchie

Basilica Santa Maria della Salute, Venezia

http://www.portalenordest.it/administrator/components/com_conoscere/images/conoscere/chiese-abbazie-santuari-e-parrocchie/basilica-santa-maria-della-salute-venezia.jpg
http://www.portalenordest.it/administrator/components/com_nordest/images/veneto/venezia/venezia.jpg

Venezia (VE)

Veneto

In epoca romana Venezia era il nome della regione nord- orientale d’Italia, ma, dopo la cadutadell’impero e soprattutto dopo la discesa dei Longobardi (568) cominciò a designare una parte dei...

Continua a leggere..

Direttamente all'entrata nel Canal Grande si trova una delle costruzioni indubbiamente più imponenti di Venezia: La Chiesa Santa Maria della Salute – un edificio di cui non potrebbe fare più a meno l´immagine della città. Fu costruita tra il 1631 ed il 1687 come ringraziamento per la liberazione dalla pestilenza nel 1630 che portò la morte a ben 40.000 veneziani.

Così si decise di erigere una chiesa alla Vergine Santissima come segno di gratitudine. Questa enorme costruzione sacra con la sua gigantesca cupola fu eretta su oltre 100.000 pali di legno e ogni visitatore la può ammirare già da Piazza San Marco.

Sfortunatamente solo pochi di questi visitatori hanno la briga di passare sull´altra sponda e di visitare anche gli interni di questa bellissima chiesa – davanti all´ingresso di Santa Maria della Salute si gode infatti di una vista spettacolare del centro di Venezia: Piazza San Marco, il Palazzo Ducale, la Basilica di San Marco ed il Campanile si presentano qui da un lato poco conosciuto, ma non meno affascinante!

Gli interni di Santa Maria della Salute

Gli interni della Chiesa di Santa Maria della Salute sono realizzati interamente nello stile rinascimentale veneziano. Otto enormi colonne sorreggono la cupola – e su entrambi i lati si trovano rispettivamente sei cappelle laterali. Uno dei più preziosi e belli gruppi scultorei della chiesa si trova sull´altare maggiore: La Madonna con bimbo, rappresentante la Salute che difende la città della laguna dalla pestilenza. Questo stupendo gruppo scultoreo fu realizzato dal fiammingo Giusto Le court e costituisce contemporaneamente anche la sua più importante opera. Sono complessivamente 120 sculture che addobbano la costruzione sacrale, tra cui anche una icona greco-bizantina della Madonna della Salute, proveniente dall´isola di Creta (da vedere anche sull´altare maggiore). Nella sacrestia potrete ammirare “Le nozze di Cana” di Tintoretto così come “Caino ed Abele”, “Il sacrificio di Abramo ed Isacco”, “Davide e Golia” e “San Marco in trono” di Tiziano. Ogni 21 novembre dell´anno si festeggia la Festa della Madonna della Salute. In quest´occasione si costruisce appositamente un ponte galleggiante attraverso il Canal Grande che i veneziani usano per recarsi sull´altra sponda a pregare.
361