Portale Nordest
 mobile

Itinerari turistici

Presepio di Teno

http://www.portalenordest.it/administrator/components/com_conoscere/images/conoscere/itinerari-turistici/presepio-di-teno.jpg

Approfondimenti

www.carniamusei.org/museo.html?e...
http://www.portalenordest.it/administrator/components/com_nordest/images/friuli-venezia-giulia/udine/sutrio.jpg

Sutrio (UD)

Friuli Venezia Giulia

Sutrio, il cui nome è di origine oscura, appare per la prima volta in un documento del 1212 come “Sudrio”, benché il luogo fosse abitato in tempi molto più antichi....

Continua a leggere..

Attraverso i borghi e gli angoli suggestivi di Sutrio, nella magica Carnia, trovereai un incredibile presepe monumentale frutto di 30 anni di passione, dedizione e creatività.

Il Presepio di Teno è uno straordinario esempio di artigianato ligneo applicato alla Sacra Rappresentazione della Natività. Si tratta del frutto del paziente lavoro del maestro artigiano Gaudenzio Straulino, soprannominato “Teno”, nato nel 1905 e scomparso nel 1988, che vi ha lavorato per oltre trent’anni. Stupefacente nelle dimensioni e nella ricchezza di ambientazioni e personaggi, il Presepio ha la particolarità di inserire la Sacra Rappresentazione nel paese di Sutrio, creando un originale connubio tra gli elementi del Presepio classico - la Sacra Famiglia, i Re Magi, il paesaggio della Palestina dei tempi di Gesù - e le scene di vita e lavoro popolare degli abitanti del borgo alpino, con le sue caratteristiche case ad archi risalenti al Sei-Settecento.

L’allestimento, visitabile tutto l’anno, riproduce in miniatura gli usi e i costumi tradizionali del paese, che si animano grazie a una serie di perfetti ingranaggi meccanici, offrendo al visitatore una rappresentazione, evocativa nella sua suggestione, dei mestieri tradizionali: la fienagione in montagna, il trasporto del fieno a valle con gerle e slitte, la filatura, la tessitura, il mulino per macinare il grano e la segheria. Vengono illustrate anche le usanze locali, come il trasporto del corredo nuziale nella nuova casa della sposa e la festa dei coscritti.

Il presepio dal 23 dicembre è visitabile nella nuova sede.

281