Portale Nordest
 mobile

Comune di Cartura

Cartura

Piazza A. De Gasperi, 2/3 - 35025 - Cartura (PD)
Veneto

Storia

I primi insediamenti nel territorio dell' attuale comune di Cartura si fanno risalire al I secolo d.C., periodo in cui furono attuati i primi interventi di bonifica del territorio, allora paludoso e coperto di foreste. Il nome del paese è probabilmente legato al termine latino “cartorianum” che indica genericamente il materiale edile da costruzione, avvalorato dal ritrovamento di un'antica manifattura di tegole e mattoni. Con la caduta dell'impero Romano sopraggiunse un periodo di decadenza e abbandono del territorio. Nel XV secolo la nobiltà veneziana attuò un programma di bonifica per lo sfruttamento agricolo del territorio; in questo periodo furono edificate le ville che si possono ancora ammirare lungo il canale Cagnola, che collega la terraferma con la laguna. Al 1440 risale la prima documentazione che attesta la costituzione della parrocchia di Cartura. Dopo le pestilenze del 1500 - 1600 e l'invasione napoleonica, il territorio visse un periodo di ripresa economica grazie agli interventi di miglioramento nei settori dell'agricoltura, dell'istruzione e della sanità attuati durante il dominio asburgico. Dopo l'unità d'Italia il comune di Cartura attraversò un periodo di grande difficoltà economica che terminò dopo la fine del secondo conflitto mondiale. Attualmente il tessuto economico del Comune è costituito prevalentemente da attività agricole, affiancate dalla presenza di aziende in buona parte artigianali a carattere familiare.