Portale Nordest
 mobile

Castelli, fortezze e manieri

Castello di Chela

https://www.portalenordest.it/administrator/components/com_conoscere/images/conoscere/castelli-fortezze-e-manieri/castello-di-chela.jpg

Approfondimenti

www.val-pusteria.net/it/highligh...
https://www.portalenordest.it/administrator/components/com_nordest/images/trentino-alto-adige/bolzano/gais.jpg

Gais (BZ)

Trentino Alto Adige

...

Continua a leggere..

Il Castello di Chela a Gais fu costruito nel Dodicesimo secolo. Il 30 aprile 1944 fu una giornata devastante nella storia del castello. Oggigiorno si presenta come rovina.

Situato ad un’altezza di 1188 metri slm, questo castello fu costruito nei primi del dodicesimo secolo dai vescovi di Bressanone. Il vescovo Albuino gettò le basi per la costruzione del castello, acquistando un maso sul “praedium Chela“ nel 995, dal quale ricavò il cosiddetto “Castello di Chela“. Nei secoli successivi il castello fu dato in pegno a varie famiglie nobili.

Un ripetuto cambio di proprietari caratterizza la storia del castello di Chela. Ormai caduto in rovina, nel 1545 il castello fu affidato a Hans von Rost con la clausola del restauro. Rimase nelle mani della famiglia von Rost fino al 1891 quando fu venduto al vescovo di Kaschau/Ungheria, Sigismondo Bubnics, che rinnovò le strutture. Per gli enormi envestimenti finanziari che reperì, andò in fallimento e fu costretto a vendere il castello.

Una brutta gionrata per il castello fu invece il 30 aprile 1944, quando un incendio distrusse il castello. Non più ricostruito, il Castello di Chela oggigiorno si presenta come rovina. È raggiungibile percorrendo il sentiero escursionistico n° 2 che parte dal paese di Gais. Attraversano una zona di fitto bosco e raggiunge die pascoli con masi di montagna, dopo un’oretta giungete alla rovina del Castello di Chela.

255