Portale Nordest
 mobile

Pittori, scultori, scrittori e altri personaggi illustri

Liana Cisilino

https://www.portalenordest.it/administrator/components/com_conoscere/images/conoscere/pittori-scultori-scrittori-e-altri-personaggi-illustri/liana-cisilino.png
https://www.portalenordest.it/administrator/components/com_nordest/images/friuli-venezia-giulia/udine/ronchis.jpg

Ronchis (UD)

Friuli Venezia Giulia

Il toponimo Ronchis pare derivi dal latino “runcare”: disboscare, ma potrebbe derivare anche direttamente dal friulano “ronc” vorrebbe dire: terreno messo a coltura dopo il disboscamento. Risulta antico l’insediamento di...

Continua a leggere..

Liana Cisilino è nata a Ronchis, in provincia di Udine, ove risiede. Iniziata alle tecniche pittoriche sin da giovane età, ha potuto avvalersi nel suo cammino artistico di valenti maestri, quali tra gli altri, il prof. Mario Moretti docente di disegno e scultura in Venezia e il rinomato acquarellista prof. Pio Rossi, affermandosi nelle varie tecniche di pittura, dall'olio su tela all'acquarello, a tecniche nuove come l'utilizzo dell'acquarello su stralci di seta. Dal 1966 espone le sue opere in un susseguirsi di mostre e rassegne d'arte in Italia e all'Estero riscuotendo premi e riconoscimenti di rilievo. Sue opere sono in collezioni pubbliche e private. Scrive di lei Zaccuri: "Gli acquerelli di Liana Cisilino, un'autrice che rinnova sulla tavolozza il proprio impeto emotivo con immagini che lievitano in un luminoso trapunto di sogno e di freschezza. Capace di modulazione giocata sulle masse e le macchie che si sposano in trasparenza, ella dispiega ora con la tecnica ad olio ed ora con quella ad acquerello il pathos della sua dimensione poetica". Hanno scritto di lei sui seguenti giornali o riviste: Il Gazzettino di Venezia, Il Messaggero Veneto, Il tempo di Roma, Stralignano, La Gazzetta del Sud, Il Mattino di Napoli, La Gazzetta del Mezzogiorno, Il Piccolo di Trieste, La Vita Cattolica e Arte e Cultura. Oltre a recensioni critice di: Dino Menechini, Paolo Rizzi, Licio Damiani, Vito Suto, Aldo Nodari, Natale Zaccuri, Sabrina Zannier, Gabriella Brussich, Vittorio Querel, Alerino Musiani e Antonio Piccolo.

255