Portale Nordest
 mobile

Pro Loco e Uffici di Promozione Turistica

Pro Loco CIL Feletto

https://www.portalenordest.it/administrator/components/com_conoscere/images/conoscere/pro-loco-e-uffici-di-promozione-turistica/pro-loco-cil-feletto.jpg

Approfondimenti

www.cilfeletto.com
https://www.portalenordest.it/administrator/components/com_nordest/images/friuli-venezia-giulia/udine/tavagnacco.jpg

Tavagnacco (UD)

Friuli Venezia Giulia

Il nome deriva dal toponimo prediale in -acu da Octavianus. Le origini sono antiche: nella località Angoris vennero alla luce nel 1963 resti di una necropoli del I sec. d.C. La...

Continua a leggere..

Il C.I.L. ( Centro Iniziative Locali ) di Feletto Umberto è un'associazione sorta in paese che si dedica ad attività ricreative, culturali e sportive locali, avvalendosi di un nutrito gruppo di persone di ogni età e di altre associazioni. L'origine del C.I.L. risale al 10 aprile 1960 come "Comitato manifestazioni sportive", all'epoca in cui si correva il "Trofeo Friuli", gara in linea per i ciclisti allievi. Il 4 dicembre 1963 questo nucleo felettano decise di darsi anche un emblema ufficiale composto da un rametto di felce, simbolo di Feletto, uno di alloro per indicare il patrimonio artistico e culturale del luogo, incrociati su cerchi olimpici per l'affermazione dello sport, sormontati da una torre civica (simbolo del localismo) e da una stella a cinque punte (rispetto verso la Repubblica Italiana) con il motto "par Felet pal Friûl".

Nello stesso anno (1963) il C.I.L. legò il suo nome alla "Sagre de vilote", manifestazione intesa a valorizzare il canto corale della tradizione nostrana e a promuovere musiche nuove e liriche aggiornate. Venne anche adottato il logo detto "Il Pipinat", ideato e realizzato dall'artista Menossi. La "Sagre de vilote" si protrasse per diversi anni…… Nel 1982 la manifestazione si trasformò in "Sagre a Felet",assumendo orientamenti più paesani e ricreativi, introducendo il ballo sul "brear", la pesca di beneficenza, la tombola, la degustazione di piatti e di vini locali. Vennero anche riproposti alcuni giochi del tempo passato (es. il palo della cuccagna…) ; in seguito, dal 1993, è stata introdotta la corsa delle oche, gara tra i borghi del paese.

Il C.I.L., oltre ad essere promotore della festa estiva, dal 1991 organizza nel mese di dicembre il concorso "Presepe in famiglia" rivolto ai bambini, riprendendo un'attività parrocchiale in vigore negli anni cinquanta e sessanta. Sempre quell'anno i nostri soci con la collaborazione dell'ASAF ( Associazione Sportiva Amatori Feletto ), in occasione della festa della Befana, hanno iniziato a realizzare il "pignarûl", tradizionale falò dell'Epifania, retaggio culturale di origine celtica. Dal 2007 l'accensione del pignarûl è preceduta dalla sfilata lungo le strade del paese delle "befane" che trainano un carretto colmo di calzette e di dolci da distribuire ai bambini e… ai grandi.

Per il capodanno 2000, il C.I.L. si è attivato per il ripristino delle campane del vecchio campanile di Feletto, demolito nel 1935 e mai più ricostruito; ora sono là, sul Pronao della chiesa, a testimoniare tempi ed eventi lontani ed a rallegrare con il loro suono le principali ricorrenze religiose. Inoltre, da undici anni, durante la sagra di giugno, si svolge una rassegna di scampanio, a cui partecipano "scampanotadôrs" provenienti da varie parti del Friuli e dalla vicina Slovenia.

Nel 2005 si è realizzata la fusione del C.I.L. con la "Pro Loco Feletto" con lo scopo di gestire congiuntamente l'organizzazione degli eventi, unendo le forze e garantendo anche quel ricambio generazionale che permetterà all'associazione di lavorare concretamente anche nel futuro. Il nuovo simbolo ripropone i due loghi, che sono stati modificati dando origine al logo attuale, mantenendo il vecchio motto "par Felet pal Friûl".

586